A Napoli si parla portoghese:
in azzurro il fenomeno Bruno Coelho

Lunedì 21 Giugno 2021 di Diego Scarpitti
Coelho

Bem-vido. Profilo europeo, di respiro e caratura internazionale. Scossa di mercato per il Napoli Futsal e non più FF Napoli. Abbandonata la «vecchia» dicitura, il cambio di denominazione pone centralità all’identità del progetto. Approda all’ombra del Vesuvio il primo portoghese della storia azzurra. Nome altisonante, da non confondere con l’autore (brasiliano) de L’Alchimista. Compagno di Ricardinho a Parigi nell’ultimo campionato, Bruno Alexandre Dias Coelho indosserà la maglia numero 7. Fuoriclasse lusitano, universale di grande spessore, ex capitano del Benfica, autore della pesante doppietta in finale contro la Spagna a Lubiana. In bacheca il titolo di campione d’Europa con oltre 100 presenze in rossoverde.

«Sono molto contento della scelta effettuata e ringrazio il presidente Serafino Perugino per aver creduto in me», dichiara il classe 1987. Stretta di mano a sancire il nuovo corso e indosso la sciarpa logata. «E’ un sogno che diventa realtà. Questa città è stupenda, molto conosciuta nel mondo per la passione che ha per il calcio e sono convinto che nel futsal riusciremo a fare lo stesso», auspica fiducioso il neoacquisto. Disputerà i Mondiali in Lituania.

Espressamente chiesto da mister Piero Basile, il presidente Perugino ha assecondato i desiderata dello staff tecnico. «E’ stato incredibile vincere l’Europeo con una doppietta personale. Sono emozioni uniche, che spero di poter ripetere. Qualsiasi giocatore deve solo rispondere sul campo, lavorerò per dare tutto con i colori azzurri e per raggiungere gli ambiziosi obiettivi del club», argomenta il player nato a Sintra. Inizi con il Vila Verde, poi Olivais, a seguire Belenenses, prima di scrivere dieci anni di storia con il Benfica, vincendo tre coppe nazionali e due campionati. Dopo l’ACCS la chiamata del club partenopeo.

«Abbiamo individuato giocatori che per motivazioni e caratteristiche possano garantirci il salto di qualità. Coelho è uno di questi, ha tutto per poter fare bene con la maglia azzurra. Sa che è venuto in una società dalle grandi aspettative e sono certo che sarà all’altezza del compito che si accinge a rivestire», conclude il patron Perugino. Anche nel prossimo campionato il Napoli giocherà al PalaCercola. «Confido nel maggiore interesse della nuova amministrazione comunale nei confronti del calcio a cinque», sentenzia Perugino. Ad ottobre si vedrà. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA