Real San Giuseppe, è l'ora
del «Chimishow» in serie A

Venerdì 31 Luglio 2020 di Diego Scarpitti
Chima
E già lo chiamano «Il Chimishow». Prodezze, numeri e gol. Avrebbe certamente superato il record di Gonzalo Higuain, se il campionato non fosse stato interrotto il 29 febbraio. Eguagliato «soltanto» lo score firmato dall’argentino (36 reti), che in maglia azzurra superò il record dello svedese Nils Gunnar Nordhal. Re dei marcatori, Leandro Moreira Chimango vuole riprendere presto il discorso. Iscritto ufficialmente alla serie A, il Real San Giuseppe intende ripartire di slancio con il giocatore brasiliano, nato a Passo Fundo, nello Stato del Rio Grande do Sul.

A segno anche in Coppa Italia e Coppa Divisione (altre 10 marcature da aggiungere ad un bottino già sontuoso), Chimanguinho, questo il suo pseudonimo, vestirà nuovamente la maglia gialloblù. Si dice pronto a disputare la massima serie con forza e ambizione. «Non penso di essere un idolo dei tifosi ma semplicemente un giocatore che prova a dare il meglio, per raggiungere gli obiettivi prefissati dalla società».

Dal calcio a 11 in Brasile (San Paolo e Internacional di Porto Alegre) al parquet, passando per le esperienze maturate in Spagna e Francia nel professionismo. Felice l’avventura lagunare: in A2 duplice vittoria in campionato e Coppa Italia con il Venezia. Prelevato dalla dirigenza della Marca Futsal (insieme al compagno di squadra Marco Ercolessi), conquista il tricolore nella finale contro i cugini della Luparense. L’ex Rieti punta a ben figurare e non solo. «Sono molto soddisfatto di aver rinnovato il mio legame con il Real San Giuseppe. La società mi ha trasmesso fiducia, sono felice», racconta il pivot numero 11.

Si ricompone una coppia perfetta, fatale per gli avversari. Insieme a Lolo Suazo, il gol è servito. Assist (13), intesa automatica, già perfezionata in Kuwait. Gruppo competitivo, confermato in blocco il roster granitico della scorsa regular season. «Il presidente Antonio Massa, il direttore sportivo Adriano Masi e mister Andrea Centonze hanno costruito una squadra di livello, che può ambire a vincere già al suo primo anno nel massimo campionato nazionale. Non sarà facile, ma lotteremo fino alla fine per il vertice», auspica fiducioso il classe’86.

Faville assicurate con il duo Elisandro (mancino) e Chimango (destro). Il Brasile a portata di mano. «Sicuramente i difensori avversari saranno un po' preoccupati». Sorride Leandro Moreira (nella foto di Francesco Sollo). Road to serie A, la nuova stagione.
 
  Ultimo aggiornamento: 18:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA