Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giugliano, l'addio tra le polemiche
di Cerone: «Poca riconoscenza»

Martedì 5 Luglio 2022 di Ferdinando Bocchetti
Giugliano, l'addio tra le polemiche di Cerone: «Poca riconoscenza»

Un altro grande protagonista della promozione in serie C, Federico Cerone, dice addio al Giugliano. Il fantasista ha ufficializzato il divorzio con la società gialloblu con una lettera. Un messaggio social in cui non mancano spunti di riflessioni e velate polemiche.

"Siamo arrivati al momento dei saluti - scrive Cerone, autore di 18 reti nella passata stagione - Da dove iniziamo? Dalla fine, dal trionfo, dall’aver scritto la storia calcistica di una città intera, dall’aver ridato sogni, entusiasmo e credibilità a un popolo che ne aveva bisogno, e tutto questo fatto con estrema difficoltà ma con una grande professionalità, volontà ed unità di intenti. Abbiamo dimostrato di essere i più forti dall’inizio alla fine, prima nella testa e poi sul campo. Purtroppo, però, non sempre le situazioni e le idee vanno nella stessa direzione, anzi molto spesso si cambia complicandosi la vita poiché si da priorità a tutto fuorché al calcio giocato. Ma questo è un capitolo a parte".

E ancora: "Voglio salutare tutto il popolo del Giugliano calcio sparso, mandare un abbraccio e un grande ringraziamento anche a voi per aver contribuito alla Vittoria. Non per ultimo voglio ringraziare tutti i miei compagni, lo staff, la società e, in particolare, il signor Giovanni Ferraro (ex tecnico del Giugliano, ndr), signore vero mai sceso a compromessi. Quello che ho imparato quest’anno è che la riconoscenza è il sentimento del giorno prima".

© RIPRODUZIONE RISERVATA