CORONAVIRUS

Vaccino Covid, parte solo l'Alta Irpinia:
Avellino resta ancora ferma

Mercoledì 17 Febbraio 2021
Vaccino Covid, parte solo l'Alta Irpinia: Avellino resta ancora ferma

Con tre giorni di ritardo rispetto al resto della Regione, parte oggi, molto a singhiozzo, la seconda fase della campagna vaccinale in Irpinia. Ma Avellino città e altri centri non sono pronti. 

Da questa mattina, saranno convocati i primi ultraottantenni: tutti dell'Alta Irpinia. E per la precisione quelli di Nusco, Castelfranci, Sant'Andrea di Conza, Senerchia, Calitri, Monteverde, Savignano e Casalbore, divisi nelle postazioni di Montella, Lioni, Sant'Angelo dei Lombardi, Bisaccia e ospedale di Ariano. La macchina organizzativa dell'Asl è sì in moto, ma appare ancora piuttosto ingolfata. Infatti, dei 22 centri vaccinali (presenti in altrettanti comuni sulla base delle suddivisione in 12 Aggregazioni funzionali territoriali) soltanto 4 sono pronti. Non partirà prima della fine di questa settimana nemmeno il capoluogo. Nella tensostruttura del Campo Coni di via Tagliamento, continuano i lavori per allestire i box e mancherebbe l'ultimo parere dei tecnici. Rispetto al quale si consuma lo scontro a distanza tra il direttore generale dell'Asl Maria Morgante e il sindaco Gianluca Festa. La manager, ieri sul Mattino, accusava il primo cittadino per i ritardi: «Se non ci fornisce i verbali non possiamo aprire». Festa, oggi, replica stizzito: «Non so a cosa si riferisca Morgante, con la quale non parlo da molto tempo. Se le serve qualcosa più deve chiedere direttamente a me. Io sono ancora in attesa di un incontro per definire non solo il punto vaccinale, ma anche la data di partenza dello screening del personale scolastico e quindi fissare la riapertura delle scuole superiori». 

LEGGI ANCHE Covid, morto il colonnello Genovese 

Polemiche a parte, si parte, come detto, con le vaccinazioni nei centri già ultimati dalle amministrazioni comunali. Che sono: Sant'Angelo dei Lombardi e Montella per la Aft 3 e Lioni e Bisaccia per la Aft 4. Solo queste, al momento, hanno completato l'allestimento per partire con la vaccinazione dei 17mila 766 ultraottantenni irpini che fino a oggi hanno aderito tramite la piattaforma regionale. Inoltre, considerando la disponibilità del punto vaccinale presso l'ospedale Frangipane di Ariano Irpino (realizzato per somministrare le dosi al personale sanitario), nelle more del completamento delle altre sedi territoriali, l'Asl ha disposto di iniziare anche qui con i comuni della Aft 11. Le convocazioni sono state stabilite tramite un sorteggio.

Per la Aft 3, presso il Centro sociale di Montella si recheranno, nell'ordine, i cittadini di Nusco, Bagnoli Irpino, Cassano Irpino e Montella; nel Centro sociale di Sant'Angelo dei Lombardi quelli di Castelfranci, Guardia Lombardi, Torella dei Lombardi, Sant'Angelo dei Lombardi, Rocca San Felice, Villamaina e Morra de Sanctis. Per la Aft 4, nel Palazzetto dello sport di Lioni prima i cittadini di Sant'Andrea di Conza e Senerchia, poi Teora, Conza della Campania, Caposele, Calabritto e Lioni; nella struttura polifunzionale di Bisaccia, prima quelli di Calitri e Monteverde, poi Andretta, Cairano, Aquilonia, Bisaccia e Lacedonia. Per la Aft 11, all'ospedale di Ariano sono stati convocati, nell'ordine, i cittadini di Savignano Irpino, Casalbore, Melito Irpino, Montaguto, Montecalvo, Ariano irpino e Greci.

«È il momento della solidarietà - dice il sindaco di Montella Rino Buonopane - ogni amministrazione comunale deve mettere a disposizione quello che può. Noi abbiamo mezzi e uomini e un luogo attrezzato. È stato fatto tutto celermente e siamo pronti già da alcuni giorni». 

Video

Le amministrazioni comunali sono impegnate, allo stato, a completare l'allestimento degli altri centri vaccinali di competenza, che saranno attivati nei prossimi giorni, compatibilmente con la disponibilità di vaccini. Si tratta del Campo Coni di Avellino (Aft 5), della piscina comunale di Mercogliano e del centro sociale Fenestrelle di Monteforte (Aft 6), della sede della Misericordia in via Rapolla ad Atripalda (Aft 8), del Palazzetto dello sport di Ariano Irpino (Aft 11), del Palacaudium di Cervinara (Aft 1 con un altro punto nel comune di Altavilla), del Palazzetto dello sport di Solofra e del presidio «Walter Tobagi» di Montoro (Aft 7). Poi abbiamo per la Aft 2, Moschiano e Mugnano del Cardinale; Aft 9, Montefalcione; Aft 10, Grottaminarda e Mirabella Eclano; Aft 12, Flumeri e Vallata. «In queste ore - dice Morgante - tutti i sindaci sono al lavoro per garantire la riuscita della Campagna Vaccinale sul territorio. Colgo l'occasione per ringraziare le amministrazioni comunali che insieme ai volontari, ai medici e al personale impegnato in questa campagna, rappresentano un elemento fondamentale al fine di garantire la vaccinazione a tutta la popolazione, a partire dai più fragili. Nei prossimi giorni, non appena pronte e compatibilmente con i vaccini disponibili, saranno attivate anche le altre sedi così da avere una copertura totale su tutto il territorio provinciale». Le stesse strutture saranno usate per vaccinare il personale delle scuole, le forze dell'ordine e i vigili del fuoco che pure rientrano nella seconda fase insieme a detenuti e personale delle carceri. 

Ultimo aggiornamento: 14:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA