Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli Est, rifiuti mai recuperati: degrado nella biblioteca di Ponticelli

Martedì 20 Settembre 2022 di Alessandro Bottone
Napoli Est, rifiuti mai recuperati: degrado nella biblioteca di Ponticelli

SOS decoro per la biblioteca comunale ‘Grazia Deledda’ di Ponticelli, quartiere nella periferia orientale di Napoli. In piena estate alcuni operatori hanno lavorato sul verde infestante ma finora erbacce, rami e altri rifiuti restano accumulati nel cortile della struttura pubblica frequentata da molti studenti.

 

Andiamo per ordine. Il 22 luglio 2022 Il Mattino denuncia pubblicamente il degrado dello spazio all'aperto della biblioteca di vico Santillo, nel cuore del quartiere Ponticelli, riaperta dopo quattro mesi di chiusura a causa dell'inagibilità che riguarda il primo piano. Tre giorni dopo l'articolo una squadra della cooperativa sociale 25 giugno, su ordine dell'amministrazione comunale, interviene e, con non poca fatica, provvede a eliminare le erbacce formatesi in tanti mesi di mancata manutenzione. Il danneggiamento di entrambi i cancelli a servizio del cortile - circostanza da tempo nota agli uffici competenti - non consente ai giardinieri di raggiungere agevolmente i mezzi su cui caricare i rifiuti.

A distanza di quasi due mesi nessuno ha provveduto alla rimozione dei cumuli di rifiuti che restano accanto ai tavoli e alle panchine utilizzati da chi frequenta la biblioteca. Intanto nelle diverse lingue di verde che caratterizzano lo spazio l’erba sta ricrescendo e sarà essenziale intervenire nuovamente per evitare che un elemento di decoro si trasformi in situazione di degrado.

La biblioteca di Ponticelli - frequentata perlopiù da universitari - è stata al centro di un progetto di rigenerazione voluto dal Comune di Napoli e messo in atto da tre realtà associative della zona orientale di Napoli. Una esperienza che ha permesso di riqualificare alcuni locali della Deledda, di organizzare eventi e momenti a favore di giovani, e non, e di creare un modello di gestione di uno spazio pubblico in cui ente pubblico e realtà del terzo settore hanno collaborato fattivamente per restituire il bene comunale ai cittadini che, ad oggi, resta fruibile soltanto parzialmente in attesa degli interventi utili ad assicurare pienamente decoro e sicurezza. Si potrebbe partire da verde.

© RIPRODUZIONE RISERVATA