Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, opera d'arte invasa dal degrado:
così muore la fontana di Buren a Ponticelli

Venerdì 23 Settembre 2022 di Alessandro Bottone
Napoli, opera d'arte invasa dal degrado: così muore la fontana di Buren a Ponticelli

Il getto d'acqua e i colori vivaci della fontana in via Argine a Ponticelli sono ormai un vecchio ricordo. L'intervento ‘Cerchi nell'acqua’ del 2004 intendeva consegnare bellezza alla rotatoria ai piedi della sede istituzionale dell'azienda idrica napoletana e del palazzetto dello sport così da donare al quartiere di Napoli Est un elemento di decoro che, negli anni, è passato sotto gli occhi di migliaia di persone diventando un simbolo di riconoscimento della periferia orientale.

 

Oggi l'opera d'arte di Daniel Buren lungo la trafficata strada di Ponticelli è ridotta in pessime condizioni, aggredita dallo smog e danneggiata dalle intemperie. La fontana è spenta e non vede interventi di manutenzione da anni come evidente dalla sporcizia e dal degrado che caratterizzano l'intera e ampia superficie ormai scolorita. L'ultima consistente, ma improvvisata, operazione è stata realizzata nel periodo delle Universiadi 2019 quando il monumento è stato pulito e la fontana è stata riattivata ma soltanto per pochi giorni deludendo le aspettative di tanti dopo anni di mancato funzionamento.

I diversi livelli della fontana sono ricoperti dal terreno. Cartacce, mozziconi e altri piccoli rifiuti sono incastrati nei canali che dovrebbero raccogliere l'acqua. Alcuni pezzi risultano staccati dal monumento che risulta aggredito anche da muffe e incrostazioni. Dei coloratissimi cerchi ideati dal pittore e scultore francese di fama internazionale resta ormai poco da ammirare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA