Lite in famiglia sfocia nel sangue:
prende a martellate padre e fratello

Lunedì 6 Luglio 2020 di Rossella Liguori

Lite familiare a colpi di martello e di spranghe, tre feriti ed un uomo arrestato. Coinvolti due fratelli, di 37 e 30 anni, ed il papà 61enne. Perquisita la casa, sono state rinvenute armi e munizioni poste sotto sequestro. Tanta la paura a Sarno nella mattinata di ieri quando in piazza Carresi, zona a pochi passi dal centro cittadino, le urla hanno destato la quiete intorno alle 11:30. Il terrore negli occhi dei residenti e dei passanti nel momento in cui da una abitazione, che sporge sulla strada, hanno visto uscire di corsa un uomo con la testa sanguinante. Alcuni cittadini sono intervenuti per cercare di capire cosa stesse accanendo tentando anche di sedare gli animi dell’uomo e dei suoi figli, ma, una volta accortisi della gravità della situazione sfuggita completamente al controllo, hanno chiamato le forze dell’ordine.

Sul posto immediato l’intervento dei carabinieri della locale stazione, agli ordini del comandante Toni Vitale, gli uomini del locale commissariato di Polizia di Stato, i vigili urbani, e due ambulanze del 118. Quando i soccorritori e le forze dell’ordine si sono portati all’interno dell’abitazione hanno trovato tre uomini feriti ed esagitati che ancora cercavano di colpirsi con un martello, una spranga, e alcuni oggetti appuntiti, tra urla e minacce. Bloccati sono stati trasportati all’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno per le cure del caso, per fortuna nessuno dei tre ha riportato ferite risultate gravi. Il più giovane, ritenuto colpevole dell’aggressione, è stato arrestato e sarà processato nella giornata di oggi per direttissima. 

Ultimo aggiornamento: 08:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA