Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il virologo Pregliasco: «Flirt estivi? Mano nella mano sì ma niente baci»

Venerdì 21 Maggio 2021
Il virologo Pregliasco: «Flirt estivi? Mano nella mano sì ma niente baci»

«Flirt estivi? Facciamolo, ma con progressione. È meglio, per tanti motivi». È la raccomandazione tra il serio e l'ironico che arriva da Fabrizio Pregliasco, virologo dell'università Statale di Milano, che all'Adnkronos Salute spiega: «Sì alla stretta di mano che ormai abbiamo imparato a igienizzarci, ma per baci e abbracci aspettiamo ancora un po'». Una prudenza necessaria anche se si è vaccinati, precisa l'esperto. «Io manterrei una certa attenzione comunque, a prescindere - dice Pregliasco - E la mascherina va tenuta anche se si è tra vaccinati, almeno in questo periodo. Poi nelle prossime settimane vedremo». 

Via le mascherine all'aperto ad agosto? «Dico di sì, perché si stanno attuando diverse strategie per arrivare in modo pervasivo a tutti con i vaccini». E se «le dosi arriveranno, visto che ormai la problematica di produzione e distribuzione dovrebbe essere superata rispetto alle prime fasi, questo ci porterà, con un'alta percentuale di vaccinati, a togliere la mascherine probabilmente, come è accaduto negli Usa, all'aperto e ovviamente in spiaggia» ha poi detto Pregliasco. «Mi sarebbe piaciuta una bella moda dell'abbronzatura con la mascherina - ha aggiunto Pregliasco, scherzando su una sua proposta provocatoria - ma mi sono arrivate sui social un sacco di contestazioni quando l'ho proposta». 

Video

 

«Questa settimana abbiamo il primo dato effettivo dopo le riaperture e direi che sta andando bene». Pregliasco ha poi commentato i dati che arrivano dalla Cabina di regia Iss-ministero della Salute sull'andamento di Covid-19, e che aprono a un'Italia tutta gialla come annunciato dal ministro Roberto Speranza. «Speriamo che rimanga così dal punto di vista della progressione - aggiunge l'esperto - e che il colpo di coda da parte del coronavirus davvero non ci sia in seguito, comunque, al maggior numero di contatti che le aperture stanno determinando».

Ultimo aggiornamento: 16:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA