Pomigliano, vittoria rimandata:
finisce 2-2 con il Como al Gobbato

Pomigliano
Pomigliano
di Diego Scarpitti
Domenica 25 Settembre 2022, 15:15
3 Minuti di Lettura

Vittoria rimandata. Piove allo stadio Ugo Gobbato nel lunch match e per capitan Martina Fusini e compagne sfuma il primo successo interno e stagionale. In rimonta, le pantere ribaltano il passivo iniziale, firmato da Chiara Beccari (14’) -prima rete siglata dalla giocatrice numero 9, frutto dell’assist di Greta Di Luzio- con una scatenata Sena Das Neves Tatiely Cristina, artefice di una doppietta (21’ e 54’). Si esalta la 10 granata, che pennella un destro capolavoro dal limite dell’area, e poi trasforma lucidamente il rigore nella ripresa. Guasta la festa Vivien Beil, centrocampista tedesca ex Napoli femminile, che si coordina e supera il portiere bosniaco Sara Cetinja. La teutonica viene letteralmente sommersa dalle lariane. Finisce 2-2 tra Pomigliano e Como nella quarta giornata di serie A.

Le ragazze di Nicola Romaniello pregustano il trionfo tra le mura amiche ma conquistano un punto, che certamente va stretto al club presieduto da Raffaele Pipola. Agguantano in classifica il Sassuolo, in coabitazione con le lombarde. Va in scena una gara equilibrata e combattuta. Partenza lanciata delle campane con Verena Amorim, che impegna subito la slovacca Maria Korenciova. Dopo la segnatura di Beccari, le ospiti sfiorano il raddoppio con un cross sbilenco di Joyce Magalhães Borini sulla traversa. Non tarda il pareggio di Taty: secondo gol personale dopo quello contro la Sampdoria.

Nel secondo tempo subentra l’estone Vlada Kubassova, altra ex Napoli femminile. Rischia il Pomigliano, provvede al salvataggio Angela Passeri, abile a sventare il pericolo. Cetinja controlla l’iniziativa di Greta Di Luzio, imbeccata da Matilde Pavan (49’). Si porta in vantaggio la formazione granata al 54’. Il rigore procurato da Alice Corelli (braccio dell’ucraina Darya Kravets) viene eseguito magistralmente da Taty (2-1). Prova a chiuderla definitivamente Romaniello, lanciando nella mischia la guatemalteca Ana Lucía Martínez al posto di Corelli (56’).

Ben tre le occasioni non concretizzate da Virgina Di Giammarino. Ancora Borini spedisce il pallone sulla traversa. Insacca la svedese Julia Karlernäs: gol annullato per fuorigioco. Il rasoterra di Martinez chiama in causa Korenciova, pronta ad accartocciarsi sulla sfera (77’). Entrano Beil e Hawa Sangare, debutto per la 20enne proveniente dal Paris Saint-Germain (80'). Per proteste rimedia il cartellino rosso l’allenatore argentino Sebastián De La Fuente. Beil piazza nell'angolino il 2-2 e viene travolta dall’esultanza della panchina del Como. Nel recupero (concessi 4 minuti) non succede più nulla.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA