Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Riapre il Teatro Antico di Ercolano: l'anteprima il 22 aprile

Venerdì 15 Aprile 2022
Riapre il Teatro Antico di Ercolano: l'anteprima il 22 aprile

Ripartono le visite al percorso sotterraneo dell’Antico teatro del Parco archeologico di Ercolano, dopo la lunga pausa dovuta allo stato emergenziale. Anteprima riservata alla stampa venerdì 22 aprile alle ore 11.30.

Guida di eccezione il Direttore Francesco Sirano che, impugnando torcia e indossando caschetto e mantellina, guiderà i giornalisti nelle viscere della terra e nella storia dell’antica Ercolano. Il progetto sperimentale di riapertura al pubblico partirà il 23 aprile 2022. 

Video

Informazioni per la partecipazione

Il percorso è sotterraneo e raggiunge circa 25 metri dalla quota stradale. La visita è dedicata ai maggiorenni. La pavimentazione è bagnata in più punti ed è scivolosa per via della presenza di sedimentazioni calcaree e di acqua. Inoltre, il percorso prevede molti gradini. Pertanto, non è adatto ai soggetti claustrofobici e alle persone con problemi di deambulazione o in gravidanza, ovvero con patologie influenzabili dal contesto di visita.

Per motivi di sicurezza si richiede ai visitatori di portare con sé solo borse di piccole dimensioni. Saranno forniti dal Parco Archeologico di Ercolano caschetti, cuffia per capelli, mantelline e torce da utilizzare nel percorso. È obbligatorio l’uso di scarpe chiuse, basse, resistenti ed impermeabili. è preferibile l’utilizzo di scarpe da trekking. Si consiglia di munirsi di maglie o giacche comode, da indossare prima della visita, dato il considerevole sbalzo termico da affrontare durante il percorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA